Cos’è la Pencil Technique?

Cos’è la Pencil Technique?

Quante volte avete sentito nominare la Pencil Technique? E quanti di voi, realmente, sanno cosa sia, come si realizza e a cosa serva? Vediamo di fare un pò di chiarezza.

Pencil Technique: la tecnica della matita

É una tecnica già in voga, da molto tempo; che io ne abbia un ricordo, la prima volta che ne sentii parlare, era nel “già” lontano 2010: su youtube, qualche ragazza ucraina, realizzava make up look bellissimi, utilizzando solo una matita e un ombretto. Così, cominciai ad essere affascinata da questo modo “così particolare” di truccare. Di lì a poco, entravo io in contatto con questa tecnica, in modo pratico, però chi me la insegnò non la chiamava Pencil Technique, era “solo” una maniera di impostare la realizzazione del lavoro che si sarebbe andato a fare e così scoprì che, in realtà, io già sapevo truccare utilizzando questa tecnica, appresa un paio di anni prima, in accademia, a Madrid, solo che non tutti la chiamavano allo stesso modo. Tutto questo, per dire, che è possibile che voi già la conosciate, almeno praticamente, soprattutto se avete frequentato una scuola seria e con programmi aggiornati e specifici, però non ne siete al corrente (come è successo per me). La Pencil Technique, nel suo essere concreto, è famosa grazie ad Instagram, dove, negli ultimi anni, c’è stato un vero e proprio boom.

Che cosa è la Pencil Technique

La Pencil Technique, letteralmente, tecnica a matita, nasce in Ucraina, grazie ad una famosa e strepitosa make up artist: Taisiya Vasilyeva. La sua esecuzione, avviene con l’ausilio di una matita, possibilmente marrone, scuro, non troppo calda; in alternativa, se già si possiede abbastanza confidenza con questo tipo di pratica, si possono utilizzare pencils di altri colori.

Come si lavora in Pencil Technique

Con la Pencil Technique si possono realizzare splendidi lavori artistici ma anche look molto semplici, da sposa, per esempio, e leggermente più elaborati per una cerimonia. L’importante è che si sappia cosa si sta facendo e come si intenda procedere.

Lavoro in Pencil Technique

Trucco in Pencil Technique

Lavoro Tecnico in Pencil Technique

Con questa tecnica, inoltre, è possibile anche apportare delle correzioni all’occhio, in modo semplice, poco percettibile e, soprattutto, funzionale.

Il modo di procedere è alquanto semplice: si tracciano dei piccoli segmenti, con la matita, seguendo o la linea del lavoro o una linea correttiva, in questa seconda ipotesi, si lavorerà ad occhio aperto. Dopo di che, con un pennello, piccolo, a lingua di gatto, si comincerà a sfumare lungo tutta la bordatura. Terminato di sfumare, si procederà, con l’ausilio delle polveri, ad intensificare la sfumatura e a dare struttura al make up. Semplice no? No, non è proprio così, potrebbe sembrare, soprattutto se si vede un’esperta make up artist, di Pencil Technique, farlo, invece serve tanto studio e molta, tantissima pratica.

Le problematiche e i vantaggi

Perchè non è così semplice? Perchè ci vuole conoscenza, esperienza e manualità, questi sono gli ingredienti principali per una buona riuscita di un lavoro fatto in Pencil Technique. Il rischio, non svolgendo bene il procedimento, è di ottenere delle chiazze di colore, informi, difficili da sfumare e da gestire. Per prima cosa, bisogna studiare e imparare a dominare le correzioni, non si piò semplicemente applicare la matita e procedere a sfumarla: se l’occhio della modella, o cliente in questione, ha delle irregolarità, e non vengono corrette, si correrà il rischio di accentuare i difetti e di penalizzare la riuscita del look, mortificando la bellezza della persona. La Pencil Technique serve ad esaltare la bellezza della mandorla dell’occhio o, in qualche modo, a correggerla per valorizzarla, attraverso un delicato gioco di sfumature.

Le sfumature sono il secondo scoglio da affrontare; lavorando bene la matita, sarà molto più facile applicare l’ombretto, sentirete proprio la polvere scorrere sotto il pennello. Ma, anche in questo caso, non è così semplice; la particolarità sta nel creare una struttura e dare tridimensionalità alla sfumatura, altrimenti, anche in questo caso, si rischia di penalizzare l’occhio o accentuando un eventuale difetto o minimizzando la sua naturale forma e bellezza. Più il look è sfumato e tridimensionale, allo stesso tempo, più il lavoro sarà ben riuscito.

Una volta eseguiti questi primi passaggi, si dovrà procedere a dare colore e rifiniture al make up look; anche in questo step bisogna essere cauti; il rischio, è quello di creare macchie di colori, indefinite, sporche e decisamente inutili, vanificando tutto ciò che si è fatto fino a quel momento. E, ovviamente, non cercate di risolvere correggendo, sfumando con l’ausilio di pennelli o cotton fioc, otterrete davvero poco, l’ideale è struccare e ricominciare, difficile intervenire in poche mosse su un lavoro in Pencil mal riuscito. La particolarità, e la funzionalità, della Pencil Technique, oltre quelle già elencate, è quella di far durare più a lungo il trucco, infatti l’ombretto si fissa molto meglio su di una base realizzata a matita, perciò, provare a schiarire o a sfumare diventerà davvero complicato.

La conoscenza a regola d’arte, di questa tecnica, darà come risultato, un make up definito, ad alta definizione, pulito, con correzioni e sfumature molto suggestive, Inoltre, lavorare gli ombretti, per creare giochi di colori, e per dare tridimensionalità, sarà molto più semplice e agevole, oltre ad ottenere tenuta e stabilità del trucco eseguito.

Tecnica in Pencil Technique

Inoltre, con la Pencil Technique si possono realizzare anche splendidi Smoky Eyes, Smoky Halo e persino si può lavorare sulle labbra, per creare un effetto contouring che conferirà, alla zona labiale volume spessore.

Pensil Technique su Labbra

Dove imparare e come studiarla?

Per imparare ad eseguire, alla perfezione, questa tecnica, bisogna frequentare una buona scuola o, comunque, farsi seguire da una brava ed esperta make up artist. Ci sono tante scuole in Italia, che organizzano work shop o corsi dedicati alla Pencil Technique. Vi basterà cercare su internet, ne verranno fuori tante, cercate solo di informarvi sulle tempistiche e sui costi. Diffidate, a mio avviso, di chi vi promette di insegnarvi in un giorno. Solo i focus, dedicati alla tecnica, solo ed esclusivamente per chi è già a conoscenza ed è esperto di Pencil, durano un tre giorni minimo. Se vi è possibile, in vista di un ripasso, vi consiglio come ho fatto io, di seguire, sempre che ne abbiate le possibilità, qualche corso di pochi giorni, all’estero. Ovviamente, parlo di “pochi giorni” nel caso in cui dobbiate “solo” dare una rinfrescata alla tecnica. Ci sono anche dei work shop, in Pencil Technique, focalizzati su di un solo argomento, per esempio: sposa, fashion o semplice trucco correttivo, questo lo deciderete in base alle vostre esigenze o inclinazioni lavorative.

Dopo aver preso confidenza con la tecnica, è opportuno esercitarsi tantissimo e, soprattutto, non dimenticate mai di aggiornarvi, di perfezionarvi, di seguire le tendenze, per essere sempre al passo e per fare la differenza, di non perdere la mano, di confrontarvi in modo da avere più prospettive e differenti punti di vista e questo solo allo scopo di potenziare sempre di più la vostra tecnica e le vostre abilità di lavorare in Pencil.

Un ultimo suggerimento: una volta acquisite conoscenze e tecniche, non standardizzatevi sempre e solo sui soliti look o sugli stessi make up; evitate di scopiazzare continuamente da internet, o dal vostro master, cercate di trovare, di individuare un vostro proprio stile, che vi renda unici e riconoscibili; sviluppate un’identità che permetta, a chi vi segue, di rimanere catturati ad ogni vostra opera d’arte, in questo modo vi darete la possibilità di crescere e di identificarvi in una professione molto affollata e competitiva.

Alla prossima!!!

 

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Tutti i campi richiesti sono contrassegnati *